La Dieta 2011

Con la XI Dieta, che si è tenuta sabato 17 e domenica 18 Settembre 2011 si sono conclusi i festeggiamenti per l’undicesimo anno di vita della Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa che con l’occasione ha celebrato anche i 150 anni dell’Unità d’Italia organizzando la festa al suntuoso Castello di Grinzane Cavour situato nel borgo omonimo il cui nome rende omaggio, dal 1916, allo statista risorgimentale Camillo Benso Conte di Cavour, che ne fu sindaco per diciassette anni dal 1832 al 1849. Il castello fu residenza del Cavour che nel 1861, con la proclamazione del Regno d’Italia, divenne il primo Presidente del Consiglio del nuovo Stato.

Come era gia accaduto a Giugno in occasione della consegna del Premio “Nocciola d’oro – Fautor Langae”, anche per l’XI Dieta il Presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano, ha conferito all’evento una propria medaglia in segno di apprezzamento per l’iniziativa e la cosa ha riempito di orgoglio tutti i Confratelli.

 

Sabato 17/09/11

Ben 12 le Confraternite francesi che hanno voluto partecipare alla “XI Dieta” e 15 quelle italiane per un totale di oltre 120 coloratissimi partecipanti.

Apprezzato e di grande effetto il “Langhe Tour” organizzato  per gli amici d’oltralpe nel pomeriggio di sabato: visita e degustazione nella Cantina “Terre del Barolo”, visita al castello-museo di Grinzane Cavour ricco di memorie del risorgimento italiano e, infine, una gustosa cena campagnola alla “Cascina Didattica Gabutti” ospiti della Famiglia Rullo-Seghesio. A ruba i tagliolini con granella di nocciole ed il bollito con salse della tradizione langarola innaffiati da vino locale.

 

Domenica 18/09/11

La mattina di domenica si è aperta con la colazione offerta nella piazzetta antistante il castello di Grinzane Cavour poi, presenti numerose autorità e il Senatore Tomaso Zanoletti (che oltre che nella veste di Stato era presente anche come Presidente dell’Enoteca regionale di Grinzane Cavour che ha sede nel castello) la “Banada musicale di La Morra” ha intonato l’Inno Nazionale Francese in onore agli ospiti, l’Inno Nazionale Italiano e la Marcia degli Alpini intervenuti in forze per la consegna del premio “Un Cortemiliese D.O.C.” 2011 che quest’anno è stato assegnato loro. Per la prima volta il premio viene assegnato ad un gruppo.

 Durante la seconda guerra mondiale molti alpini di Cortemilia si distinsero per valore e spirito di sacrificio elevato alla massima espressione, con la perdita della vita in difesa ed onore della patria su tutti i fronti, in particolare su quello russo dove si consumò la tragedia della divisione cuneense. Il gruppo alpini di Cortemilia si riorganizza nel 1948 per iniziativa di alpini in congedo. Ma non sono solo le date a testimoniare l’importanza che i nostri alpini rivestono per Cortemilia e il suo territorio. Il gruppo, guidato da 35 anni da Gianni Viglietti, è sempre in prima fila in moltissime occasioni e siamo davvero lieti di nominare “Cortemiliesi D.O.C.” 2011 i 100 soci alpini e i 50 simpatizzanti che costituiscono il gruppo ANA di Cortemilia. (versione integrale della motivazione nella sezione dedicata al premio).

 

La cerimonia ricca di nuovi ingressi è poi proseguita con l’intronizzazione di 2 confratelli effettivi, Giacomo Berrino e Massimo Lugli; 4 Confratelli “ad honorem” nazionali, Sergio Cravanzola, Monia Rullo, Pier Maria Toselli e Franco Sampò e ben 8 confratelli “ad honorem” in rappresentanza di 7 confraternite francesi.

 Di seguito i brevi curriculum dei nuovi entrati

Giacomo Berrino

Nel 2010 diviene socio onorario e oggi, un altro braidese, entra ufficialmente a far parte dei paludati della nocciola. Eclettico e fantasioso ha due passioni: la montagna e la fotografia di cui ha fatto un mestiere. Gira lungometraggi pubblicitari, collabora con emittenti televisive e realizza documentari scientifici e culturali. Di notevole spessore i lavori prodotti per la nostra Confraternita. E’ Cavaliere della Repubblica e fa anche parte di una antica Confraternita religiosa Braidese: I Battuti Bianchi.

Massimo Lugli

Risiede a Torre Bormida dove ricopre la carica di Consigliere Comunale. Appartiene al corpo della Polizia di Stato, fa parte della Commissione Socio Assistenziale e tra le sue passioni ha la produzione di dolcetto dei terrazzamenti. Ghiotto di nocciole rigorosamente langarole, è entusiasta del fatto che potrebbe “ufficialmente” contagiare il prossimo con la sua ghiottoneria, oltre che poter impiegare parte de suo tempo libero in attività ricreative, sociali e solidali.

Sergio Cravanzola

Impiantista, cablatore e manutentore è titolare di una ditta di impianti elettrici che oggi ha tre dipendenti. Ha fondato la compagnia teatrale “Cui dla cuntra da dl’a” e più tardi i “Langhet Lovers” con cui nel 1995 vince il “Cantapiemonte”.

Nel 1990 inizia la carriera politica nel Comune di Serralunga d’Alba dove esordisce come assessore ai lavori pubblici ed oggi è Vice Sindaco.

Intancabile, è volontario della Croce Rossa Italiana nella sezione di Monforte d’Alba.

Monia Rullo

Proprietaria della Fattoria Didattica Gabutti che si occupa di far conoscere alle scolaresche la realtà del territorio, le sue ricchezze, il suo lavoro fatto di fatica e soddisfazioni, cercando di trasmettere ai ragazzi l’amore per la propria terra, le proprie radici e il rispetto per l’ambiente. Volontaria del Soccorso nella sezione della Croce Rossa di Monforte d’Alba ne è anche Ispettore. Nel 1999 entra nel Consiglio d’Amministrazione della cantina cooperativa “Terre del Barolo” a cui conferisce l’intera produzione viticola.

Pier Maria Toselli

Il personaggio a cui la confraternita della nocciola tonda gentile di Langa intende oggi conferire il titolo di socio onorario è davvero importante. Anni fa, in modo pionieristico, inventò “Telecupole” e di lì è partita un’avventura straordinaria che dura tuttora e lo vede impegnato insieme a tutta la sua famiglia con cui gestisce anche la discoteca “Evita” e il “Parco Acquatico Cupole Lido”. Lo ringraziamo per lo spazio che da alla nostra Langa nella sua televisione e lo accogliamo tra noi come socio onorario.

Franco Sampò

Per lui, intronizzazione a sorpresa. Primo cittadino del Comune che oggi generosamente ci ospita, e con cui abbiamo avviato una sorta di gemellaggio in nome della nocciola e del torrone, svolge con grandissimo impegno il suo lavoro di capo dell’amministrazione. E’ esperto di protezione civile ed ha saputo far crescere il suo comune economicamente e socialmente ricoprendo un ruolo importante anche nell’Unione dei Comuni delle colline di Langa e del Barolo, di cui Grinzane fa parte. Sampò è anche Vice Presidente dell’Enoteca regionale di Grinzane.

 La bella cerimonia è proseguita con l’intronizzazione ad honorem di alcuni rappresentanti delle Confraternite francesi:

Serge Sauvayre: Confrerie des Castanaires di Collobrieres

Viviane Kling: Compagnie des vins du Pay du Gard

Charles Astolfo: Confrerie de la Caboche

Michel Warsmann: Compagnons de l’Aiolì

Gilbert Canot: Compagnons de l’Aiolì

Roger Brun: Compagnons du Beaujolais

Francois Leguevel: Chevaliers de Saint Antoine

Solange Massenavette: Commanderie du Cassis et Berrry

 Conclusione dei lunghi lavori al ristorante “Carpe Diem et Nocte nella suggestiva cornice del real borgo di Pollenzo.

Cosa ne pensi?

*